La storia di Almaz

luglio

Ecco on line la storia di Almaz, una donna Eritrea giunta in Italia, a Bari, negli anni ’80.  Nella sue parole ritroviamo la scuola, gli amici, l’amore, la famiglia, l’integrazione, la nostalgia per il Paese d’origine.

La storia personale diventa storia collettiva, di un Paese prima e di una città poi.

Guarda qui le foto e l’intervista!

La storia di Din Mohammed

IMG_2984Ecco on line la storia di Din, un ragazzo Afghano giunto in Italia quando era ancora minorenne. Il suo sogno era la Germania, ma arrivato in Italia è stato costretto a lasciare le sue impronte digitali. Adesso lavora in un pizzeria a Bari, città in cui vive da 6 anni, e ama praticare dello sport durante il tempo libero.

Ecco la sua storia

 

LA STORIA DI VALENTINA VILLALOBOS

maggio

Dal Venezuela all’Italia per studiare e lavorare, ma anche per seguire le ragioni del cuore. Scambiare con lei due chiacchiere è servito anche a capovolgere la prospettiva :”In Venezuela la comunità italiana è molto chiusa, spesso parlano solo italiano e si sposano solo tra italiani. Sono loro che detengono la ricchezza del Paese. Inoltre occupano ruoli di potere che trasmettono di padre in figlio” . 

Da oggi è on line la storia di Valentina, ascoltala qui! 

 

Cous-cous on the run

Cous-cous on the run

Martedì 5 aprile, nell’ambito del mese contro il razzismo promosso dall’Assessorato al Welfare del Comune di Bari, saremo all’interno della cucina mobile di Kitchen on the Run nel Parco Don Tonino Bello: Avanzi Popolo 2.0, Kenda onlus – Cooperazione tra i Popoli e Cooperativa Unsolomondo Bari, con la collaborazione della Comunità Palestinese, presenteranno le proprie attività preparando insieme una cena palestinese.

Per la preparazione, affidata ad un cuoco palestinese, utilizzeremo ingredienti “avanzati” ed equosolidali. Sarà un’ottima occasione per imparare delle ricette palestinesi e conoscere meglio le attività delle nostre organizzazioni.

Per partecipare alla cena, iscrivetevi su: http://www.kitchenontherun.org/cook-with-us/ selezionando la data del 5 aprile ed indicando “guest”.
La partecipazione è gratuita, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Dialogo con Alessandro Leogrande, autore di “La Frontiera”

Leogrande

Venerdì 26 Febbraio alle ore 19.30, presso il Laboratorio Urbano G.lan di Locorotondo, presenteremo, insieme all’Associazione Culturale il Tre Ruote Ebbro, il libro di Alessandro Leogrande “La Frontiera” (edizione Feltrinelli).

L’incontro nasce per raccontare i diversi aspetti dell’immigrazione, per offrire un punto di vista differente su un argomento molto dibattuto negli ultimi mesi. Lo faremo con un libro e un calendario, che, attraverso inchieste e testimonianze, affrontano rispettivamente le migrazioni recenti verso l’Europa, e quelle già consolidate nella città di Bari. Continua la lettura di Dialogo con Alessandro Leogrande, autore di “La Frontiera”

La storia di Khairy Aboghali

Ecco la storia del protagonista del mese di Febbraio del Calendario 2016 di Kenda onlus “Mappamondo metropolitano“.
febbraioCominciamo dall’inizio: qual è il suo nome, da dove viene e da quanto tempo è in Italia?

Il mio Nome è Khairy Aboghali, sono palestinese sono nato in Egitto e sono arrivato in Italia a Marzo dell’anno scorso, sono qui da un anno e 7 mesi. Continua la lettura di La storia di Khairy Aboghali

Mappamondo metropolitano – il calendario 2016 di Kenda

copertina

Ecco a voi il calendario di Kenda per il 2016!
Quest’anno è intitolato “Mappamondo Metropolitano” e racchiude storie di migranti e rifugiati giunti a Bari alcuni anni fa e che oggi vivono stabilmente nel nostro territorio. Storie di fuga dalla povertà e dalla guerra, ma non solo. C’è anche amore, speranza, desideri e ricerca di pace.

Il calendario 2016 è il risultato dell’incontro tra i nostri volontari e alcuni migranti provenienti da Russia, Cina, Senegal, Palestina, Georgia etc. L’obiettivo  è trasmettere e comunicare la prospettiva di una integrazione possibile in un periodo storico costellato da migrazioni massicce.

Da qui il desiderio di Kenda di entrare in contatto con quanti si sono stabiliti sul territorio di Bari e provincia per far venir fuori le storie e le motivazioni che hanno spinto all’emigrazione dal Paese di origine.

Mappamondo metropolitano è anche un progetto transmediale, in quanto oltre alle immagini vi è un QR code che permette di associare alla foto del mese una pagina web dentro la quale chiunque può trovare interviste, foto e video narranti le singole storie di migranti e rifugiati.

Il calendario, e le storie in esso racchiuse, saranno presentate lunedì 21 dicembre 2015, alle ore 19, presso le Officine Clandestine, in piazza Mercantile 67.

Vi aspettiamo!